L’importanza dei controlli specialistici

Il tumore al seno è un male che in Italia colpisce circa 35 mila donne, di età compresa tra i 55 e i 60 anni. Fortunatamente ad oggi, grazie alla ricerca scientifica, alla diagnosi precoce e soprattutto alla prevenzione, le possibilità di guarigione sono molto elevate.

I fattori che influiscono sull’insorgere delle cellule cancerose, possono essere molteplici: da quelli di tipo genetico (l’ereditarietà, la presenza di casi tumorali in famiglia) a quelli legati allo stile di vita come l’uso eccessivo di alcool e fumo.

La prevenzione consiste nel limitare l’uso delle suddette sostanze, condurre in generale uno stile di vita sano, ponendo attenzione all’alimentazione, facendo sport ecc.
Lo step successivo è quello di sottoporsi a periodici controlli al seno. La mammografia bilaterale è un test che viene effettuato per valutare la presenza di elementi anomali nel tessuto mammario. Qualora gli specialisti dovessero confermare l’anomalia, la donna verrebbe richiamata per ulteriori ed approfonditi controlli.

Tutto ciò permette alla maggior parte delle donne di sapere in tempo se presentano un tumore al seno prima che questo possa diventare davvero pericoloso.
Non devi dunque temere di effettuare controlli specialistici, perché essi rappresentano il primo passo verso una vita più serena.

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter