Individuato il gene che rende aggressivo il tumore al seno

Un gruppo di ricercatori del Cancer Institute del New Jersey coordinato da Michael Reiss ha individuato il gene che sembra rendere aggressivo il tumore al seno. Si trova nel cromosoma otto e si chiama MTDH. Gli scienziati hanno pubblicato i risultati della ricerca sulla rivista Cancer cell e spiegano che questo gene sembra aumentare la capacità di diffusione delle cellule tumorali, provocando metastasi ed essere resistente alla chemioterapia.

Il gene MTDH è stato individuato in un numero di copie superiore al normale, nei campioni di cellule prelevate da donne affette da una forma di tumore aggressivo.

Con questa scoperta, ha detto Michael Reiss, sarà possibile produrre molecole capaci di contrastare il gene e rendere le cellule sensibili ai farmaci.

Il gruppo di ricercatori, che si stanno occupando di studi genetici sul cancro al seno, hanno osservato che il gene MTDH si riproduce varie volte nel tumore al seno aggressivo, mentre nel DNA normale è presente solo in due copie.

La ricerca è tuttora in corso in laboratorio. I ricercatori hanno prelevato alcune cellule del tumore aggressivo e le hanno iniettate nelle cavie: hanno osservato che il tumore si espandeva molto rapidamente e non era sensibile ai farmaci. Intervenendo però sul gene MTDH, le cellule rispondevano positivamente alle terapie.

Michael Reiss ha spiegato che questo risultato permetterà di comprendere meglio il comportamento del tumore con il risultato di riuscire a mettere a punto nuovi farmaci in grado di bloccarne la diffusione e rendere più curabili le cellule.

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter