Lo screening mammografico protegge dalla mortalita’ per neoplasia mammaria

La notizia viene dal Massachusset (Stati Uniti).
Il 74% delle morti per carcinoma della mammella proviene dal 20% della popolazione femminile che non partecipa allo screening. Sono stati esaminati 6.997 carcinomi invasivi fra il 1990 e 1999.
Era stato predefinito come screening l’esecuzione di mammografia annuale o biennale.
Dopo 12 anni di follow-up nell’80% delle donne partecipanti allo screening furono osservate meno del 25% di mortalità mentre il 74.8% di neoplasia si osservò nel 20% di donne non regolarmente
partecipanti allo screening.
La conclusione che appare evidente è che la regolarità con cui si esegue la mammografia con lo screening protegge dalla mortalità per carcinoma della mammella.

Dr. a. Ravaioli
Direttore U.O. Oncologia Rimini

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter