rose-3142529_1280

PREVENZIONE: cosa fare se sei una giovane donna o una ragazza

SEI UNA RAGAZZA O UNA GIOVANE DONNA?

Ecco cosa puoi fare per ridurre il rischio di tumore al seno:

  • Dai 16 ai 18 anni praticare l’autoesame mensile.
  • Dai 25 anni effettuare annualmente una visita senologica con esame ecografico.

Conoscere i fattori di rischi non modificabili:

  • Familiarità (presenza nelle famiglie di più componenti, madre, sorella, zia, nonna con un vissuto di tumore al seno e/o ovaio
  • Neoplasia e trattamenti pregressi (tumore all’utero o all’ovaio, lesioni preneoplastiche della mammella, radioterapia della parete toracica)
  • Mutazioni di specifici geni (alcune mutazioni a carico di specifici geni esempio BRCA e BRCA2). Se ereditate, aumentano il rischio di sviluppare un tumore alla mammella o all’ovaio

Intervenire su fattori di rischio modificabili (prevenzione primaria):

  • Obesità: nel tessuto adiposo in eccesso vengono prodotte maggiori quantità di insulina e di estrogeni in grado di stimolare la proliferazione cellulare
  • Scarsa attività fisica: un regolare esercizio fisico favorisce aumento delle difese immunitarie e restituisce all’organismo equilibrati rapporti ormonali
  • Scarso consumo di frutta fresca e verdura: il consumo regolare di frutta fresca, verdura, olio extra vergine d’oliva riducono il rischio
  • Alcool: il rischio di tumore al seno aumenta proporzionalmente al quantitativo assunto
  • Fumo: il rischio sembra aumentare nelle fumatrici

 

Modificare gli stili di vita significa eliminare quei fattori di rischio da cui dipendono oltre il 20% dei tumori al seno. Per tale ragione, il mondo scientifico considera il controllo dello stile di vita – praticare una regolare attività fisica, controllare il peso corporeo, limitare il consumo di alcool, scegliere con cura la propria alimentazione e regolamentare l’assunzione di terapia ormonale dopo la menopausa – uno strumento valido per la prevenzione del carcinoma mammario, efficace e raccomandabile.

Leggi anche

PREVENZIONE STEP 1 – AUTOPALPAZIONE

CONOSCERE IL TUMORE AL SENO

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter