UN ANNO SPECIALE E RICCO DI COLORE PER CRISALIDE

L’anno 2014 è stato molto importante per noi di Crisalide, abbiamo infatti spento le prime 20 candeline per l’attività svolta come Associazione riconosciuta.
Era il 1994 quando ADOCM Crisalide ricevette il riconoscimento giuridico con l’iscrizione al Registro Regionale del Volontariato, anche se in realtà la nostra attività iniziava già nel 1992, quando l’esigenza di creare un gruppo di sostegno per rispondere alle tante domande che ogni donna coinvolta dalla malattia si trovava ad affrontare, aveva spinto alcune di noi a fondare l’Associazione.
Sono poi nate le collaborazioni con i professionisti e con le strutture sanitarie, grazie alle quali il dialogo tra paziente e medico è diventato molto più trasparente, e quindi più utile per entrambe le parti.
Quindi abbiamo costruito una rete informativa sempre aggiornata, con il sito ed i social network, attenta alle ultime novità in campo medico ma soprattutto rivolta al benessere ed alla ricerca di una migliore qualità della vita.
Anche per questo la nostra Associazione si è dedicata al Knitting, o l’arte dello sferruzzo, ed allo Yarn Bombing, portando grandi risultati sia in termine di terapia psicologica che sociale.
Con la chiusura di questo anno, che rappresenta per noi un traguardo di cui siamo molto orgogliose, abbiamo voluto porre le basi per i progetti del 2015.
Vi accompagneremo con nuove rubriche, sia sul sito che attraverso i social network, dove toccheremo argomenti legati all’alimentazione, alle novità sulla ricerca, alla bellezza come alla salute: due principi che vanno di pari passo, in particolar modo per le donne toccate dall’esperienza della malattia.
Parleremo anche di psicologia, per avere gli strumenti utili ad affrontare le diverse situazioni o le tante paure.
Ma soprattutto continueremo a colorare i nostri progetti con i fili di lana.
Siamo certe che vorrete accompagnarci anche nel 2015 per condividere nuovi programmi, nuovi eventi e nuove energie.
Buon Natale e Buon Anno.
Crisalide

Add subtitle text(1)

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter