heart-3085515_1920

UN CUORE SOTTOBRACCIO

Dalle donne alle donne: cuscini confezionati per il riposo notturno delle pazienti operate al seno

 Un cuscino a forma di cuore per le donne operate di tumore al seno, un cuscino come dono da donne che tessono fili e cuciono tessuti per ricucire ferite.
Il dono non è puramente simbolico perché, con la sua forma ergonomica, il cuscino a cuore è pensato per alleviare il fastidio nella posizione orizzontale e favorire il riposo delle donne che hanno subito lo svuotamento del cavo ascellare nel corso di un intervento per la rimozione del tumore.

I cuscini a forma di cuore, in fibra naturale e stoffa di cotone, possono essere considerati uno strumento di riabilitazione fisica ma anche psicologica  per la vicinanza che con essi viene trasmessa. Grazie alla sua forma accogliente ed alla soffice imbottitura il cuscino offre sostegno e supporto al braccio, diminuisce la pressione in sede ed allevia il dolore post operatorio.

Nonostante i grandi progressi della chirurgia senologica con l’introduzione della tecnica del linfonodo sentinella, circa il 25-30% delle donne con tumore al seno, deve subire un intervento di svuotamento ascellare per avere le informazioni più esatte possibili sullo stato dei linfonodi, per calibrare le terapie oncologiche e per la somministrazione della radioterapia.

Purtroppo rimuovere i linfonodi significa interrompere le vie linfatiche dell’ascella con conseguente stasi linfatica, edema, gonfiore del braccio e a volte limitazione funzionale dell’arto. Anche l’asportazione del solo linfonodo sentinella può comunque causare fastidi e dolori.

Nell’ambito della nostra Breast unit le donne che subiscono un intervento al seno incontrano in prima giornata post operatoria la Fisioterapista per una informazione corretta e per apprendere i movimenti e le posture necessarie per prevenire le complicanze.
Inoltre vengono invitate a partecipare al gruppo che si tiene settimanalmente presso l’ospedale di Santarcangelo per continuare l’apprendimento dei movimenti adatti. In questa sede la fisioterapista intercetta le donne con iniziale linfedema, fibrosi o importanti limitazioni funzionali, che vengono inviate a visita fisiatrica.
I trattamenti di linfodrenaggio manuale, bendaggio e tutore elasto compressivo vengono però riservati alle donne che presentano linfedema moderato o grave. Ad oggi il linfedema non può essere guarito ma solo controllato.

Le volontarie dell’associazione Crisalide, che hanno affrontato ed affrontano il problema sulla loro pelle,  cercano di trovare tutte le possibili strategie per evitare l’insorgenza del linfedema e per questo, considerato che l’utilizzo del cuscino a cuore può concorrere a migliorare lo stato post operatorio del braccio e della spalla, sono  già al lavoro per  confezionare e regalare il cuscino ad ogni donna operata di tumore al seno.
Nella chirurgia senologica dell’Ospedale Franchini a Santarcangelo vengono operate ogni anno per tumore al seno più di 400 donne ed è a loro che rivolgiamo il nostro pensiero e questo piccolo dono, con un sentimento di solidarietà e vicinanza.

 

Per informazioni  cellulare 3273228746  sempre attivo

 

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter