IMG-20150308-WA0006

DONNE NELLA STORIA – STORIE DI DONNE | l’8 marzo di Crisalide

E’ stato un 8 marzo pieno di entusiasmo quello che abbiamo appena passato, dove grazie all’iniziativa nata tra le tante idee delle associate di Crisalide, si è scoperta la storia della nostra città attraverso le storie di donne riminesi, tra il sacro e lo storico, in 5 location nel centro storico.
Insieme alla collaborazione di altre associazioni di volontariato come Lilt, Bancaiuti, Vaps di Riccione, Centro di Accoglienza alla vita di Rimini, Rimini Ricama, Borgo Marina, Soroptimist club International Rimini, Banca del Tempo di Rimini, abbiamo allestito dei pannelli raffiguranti le figure femminili che hanno lasciato la loro impronta.IMG-20150308-WA0003
Un modo per raccontare il mondo femminile e per sottolineare, ancora una volta, la grande attività di volontariato rivolta alla sensibilizzazione sulla salute e sulla prevenzione.
Siamo partiti dall’Arco d’Augusto in compagnia di Michela Cesarini, storica dell’Arte, che ha illustrato, la dea Roma, scolpita nella pietra d’Istria, all’interno di uno dei quattro clipei che decorano il monumento.
Seconda tappa nel palazzo Garampi, sede del Comune in piazza Cavour, dove si può ammirare la Vergine Maria, patrona di Rimini insieme a San Gaudenzo.

Nel cortile del palazzo della Fondazione San Giuseppe per l’Aiuto Materno in c.so d’Augusto 241, ricordiamo Isabella Soleri e le sorelle Bronzetti che con le loro donazioni resero un importante aiuto alle madri in difficoltà.
Presso il Castel Sismondo in piazza Malatesta incontriamo Isotta degli Atti Malatesta che fu abile nel condurre le sorti dello stato malatestiano quando Sigismondo si trovava sui campi di battaglia.
Infine, in via Cairoli, nel cortile della chiesa di Sant’Agostino, la figura di Drusiana, la cui resurrezione è oggetto di parte degli affreschi della chiesa.
Vogliamo ringraziare in modo particolare CARIM per aver sostenuto il progetto.
I pannelli saranno visibili fino al 21 marzo.

IMG-20150308-WA0006

Condividi...Share on FacebookTweet about this on Twitter